Chi siamo

       MI PRESENTO:

 

 

   –  Moira Ferrari – 

 

“I bambini sono il nostro futuro,  sono il nostro amore, sono tutto quello che c’è di speciale nel mondo, sono  dei piccoli semi che hanno bisogno dei nostri cuori per poter crescere e diventare persone straordinarie”.

 

Mi chiamo Moira Ferrari e sono nata nel 1979 a Udine, dopo il diploma superiore di “Tecnico d’assistenza all’infanzia” ho effettuato 3 anni di tirocinio in varie strutture sia in scuole materne che in nidi privati e comunali; dopo aver effettuato per 1 anno la tata presso una famiglia di Udine ho lasciato il settore educativo e ho trovato impiego come impiegata amministrativa per 10 anni. Venuta a conoscenza nel 2010 della possibilità di poter aprire un nido famigliare nella mia abitazione ho lasciato il mio lavoro per dedicarmi completamente a tale progetto cosi nel 2011 è nata “La Tana Del Giro”. Inizialmente ho modificato la mia stessa casa per poter accogliere i piccini arredando diversi ambienti in maniera idonea, ma con il passare degli anni le richieste di iscrizione aumentavano ed ero costretta a dover rifiutare delle iscrizioni perciò ho preso la decisione nel 2016 di trasferire il mio Servizio Educativo Domiciliare in un ambiente più ampio, arredandolo sempre in “formato famiglia”, così da poter ampliare sia le iscrizioni sia la presenza di altre educatrici oltre a me.

 

                     

– Chiara Zaninello –  

                                                     

“Il nostro è un mestiere artigiano,

 in cui costantemente dobbiamo apparecchiare spazi e costruire strumenti         

 che rendano appassionanti anche le conoscenze più complesse”.

Sono Chiara Zaninello e sono nata a Palmanova nel 1993. Mi sono diplomata in Scienze Sociali all’istituto Caterina Percoto di Udine e attualmente sono iscritta presso l’Università di Trieste. Ho sempre avuto chiaro cosa fare nella mia vita: aiutare gli altri. A 18 anni mi sono iscritta ad un’Associazione di volontariato e pochi anni dopo ho iniziato a lavorare come tutor di Minori Stranieri non Accompagnati. Nel 2016 ho incontrato Moira che mi ha dato la possibilità di conoscere il suo mondo e la sua filosofia di educatrice. Non vi nascondo che sono bastati pochi mesi per innamorarmi di questo lavoro o, dovrei dire, del MIO lavoro.

 

– In Più …  –

All’interno del servizio vengono accolti 8 bimbi in compresenza e ad accoglierli ogni mattina ci sono 2 educatrici e una volontaria per l’aiuto al pasto. Gli ambienti sono ampi e lasciano libertà di movimento per qualsiasi tipo di attività. L’attività più importante che viene svolta è il GIOCO, attraverso il quale ogni bimbo si sente libero e capace di crescere ed imparare secondo i suoi ritmi rispettando ogni diversità e il loro tempo di crescita. Attraverso il gioco si comunica, si fa amicizia, si condivide, ci si sente al sicuro, si viene stimolati ma soprattutto i bimbi non si spaventano e non si sentono sotto pressione perché trovano una modalità rassicurante e confortevole attraverso la quale possono interagire con noi e con gli altri in tutte le età.

Importante è anche la FAMIGLIA, prima modello educativo che il bimbo prende a riferimento, sostegno insostituibile per tutta la vita. Noi cerchiamo sempre di seguire la linea educativa che la famiglia ha imbastito e per tutto la durata del percorso educativo noi ci interfacciamo e ci alleiamo con i genitori per qualsiasi tipo di cambiamento evolutivo dal prendere in mano il bicchiere fino al momento dell’abbandono del pannolino, creiamo una strada comune che sia noi educatrici che la famiglia stessa segue per poter accompagnare dando stabilità e sicurezza al bimbo. Ciò avviane grazie al rapporto di fiducia che creiamo tra noi educatrici e i genitori confrontandoci di giorno in giorno per passarci tutte le informazioni necessarie per poter accompagnare ogni giorno il bambino al meglio.

 

Visit Us On Facebook